Sospensione del mutuo? Quando è possibile e come si ottiene

Tuesday, February 14, 2017

 

La sospensione del mutuo è possibile a fronte di effettive e comprovabili difficoltà economiche.

I requisiti che deve possedere chi intende chiedere una sospensione non sono pochi.

Innanzitutto può riferirsi esclusivamente alle rate in scadenza nel 2016 e 2017 e la durata massima può essere di 12 rate mensili.


L sospensione è resa possibile dalla presenza del Fondo di Solidarietà dei Mutui per l’acquisto della prima casa.

 

I mutuatari possono richiedere alla banca che ha erogato il mutuo, la sospensione del pagamento dell’intera rata fino ad un massimo di due volte, a condizione che:

1) il mutuatario abbia perso il posto di lavoro (a tempo determinato o indeterminato);

2) morte; 
3) grave handicap che determini una condizione di non autosufficienza.

 

In aggiunta il reddito Isee non deve mai superare i 30.000 euro, il mutuo non deve essere superiore ai 250.000 euro e l’abitazione acquistata non deve essere  di lusso.

Per verificare che la propria banca sia tra quelle che hanno sottoscritto l’accordo che consente la sospensione delle rate è necessario collegarsi al sito dell’Abi  e verificare direttamente.

 

L’istanza di sospensione dovrà essere corredata da tutta la documentazione necessaria:
•certificazione Isee,
•dimostrazione della perdita del posto di lavoro,
•stato di famiglia.

 

L’associazione consumatori Avvocati al Tuo Fianco vi guida nella procedura da seguire in quanto è consigliabile non affidarsi ad una semplice missiva, ma ricorrere a strumenti più garantiti.


Innanzitutto è utile scrivere alla sede centrale della banca per accertarsi che non sia necessario allegare documenti ulteriori, specificando che ci si vuole avvalere del Fondo di Solidarietà ottenere la sospensione del pagamento evidenziando di avere i requisiti previsti per legge.

La stessa comunicazione dovrà essere inviata, per conoscenza, anche alla filiale della banca del richiedente con raccomandata a/r.  Trascorso qualche giorno, conviene poi recarsi (portando con se una copia della lettera inviata con la documentazione allegata) in banca per verificare lo stato della pratica.

 

Vi segnaliamo che qualora la banca, nonostante la sussistenza dei requisiti per l’accesso al fondo, dovesse negare la possibilità di sospendere il mutuo, è necessario rivolgersi alla competente autorità giudiziaria con l’affiancamento di una associazione consumatori come Avvocati al Tuo Fianco ed intraprendere una causa.

 

Se doveste essere in possesso dei requisiti per richiedere una sospensione non esitate ad affidarvi ad Avvocati al Tuo Fianco nella gestione della procedura e nella produzione del certificato Isee richiesto.

Avvocati al Tuo Fianco - Tel 0332 15 63 491 - n. verde 8009 91 31 81.
 

Please reload

Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags
Please reload

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com