La separazione "fai da te" è possibile?Certo, ma solo a determinate condizioni

Friday, April 21, 2017

 

Come recita la legge, la separazione legale separazione “può essere chiesta quando si verificano .. fatti tali da rendere intollerabile la prosecuzione della convivenza... ”. 

 

La separazione, se consensuale, può essere avviata anche direttamente dai coniugi senza l’assistenza di un legale. Per consensuale si intende, quando i coniugi abbiano trovato un accordo sulle condizioni di separazione o divorzio.

 

Le condizioni su cui i coniugi devono aver trovato un accordo dovrebbero essere  tendenzialmente le seguenti:

affidamento e mantenimento dei figli (se vi sono);
misura del mantenimento del coniuge più debole;
assegnazione della casa familiare, eventuali trasferimenti patrimoniali.

 

La domanda congiunta comporta un risparmio economico e sveltisce notevolmente la procedura accorciando i tempi di attesa della sentenza.

 

Naturalmente la possibilità di operare in autonomia e senza l’avvocato decade ove i coniugi siano in disaccordo e si renda necessaria una separazione giudiziale.  In tal caso è obbligatoria  la rappresentanza di un avvocato in giudizio.

 

Inoltre, anche in caso di domanda congiunta di divorzio alcuni Tribunali d’Italia richiedono l’assistenza di un avvocato, non accettando la presentazione del ricorso firmato soltanto dai coniugi.


I coniugi che rinunciano ad un avvocato, per una separazione “fai da te”, dovranno compilare un apposito modulo, molto più semplice perché prestampato, che potranno richiedere direttamente presso la cancelleria del Tribunale in cui sono residenti.
Una volta compilato tale modulo, esso andrà depositato presso la stessa cancelleria unitamente all’estratto dell’atto di matrimonio, lo stato di famiglia ed il certificato di residenza dei coniugi.

 

Sarà sempre cura dei coniugi contattare il tribunale competente nei giorni successivi per conoscere la data dell’udienza di comparizione.

In quella data ambedue i coniugi dovranno recarsi in Tribunale per comparire dinnanzi al Presidente che - accertata la volontà di entrambi di porre fine al matrimonio - omologherà la sentenza di separazione rendendola definitiva e valida a tutti gli effetti di legge. 

 

Vista la procedura risulta chiaro e comprensibile il motivo per cui la separazione deve essere necessariamente consensuale. E’ infatti essenziale che tra i coniugi ci sia un buon livello di collaborazione e dialogo.

 

Naturalmente se desiderate essere consigliati da un avvocato nella compilazione del modulo e seguiti da un professionista nella definizione delle condizioni, Avvocati al Tuo Fianco vi può offrire tutta la consulenza del caso tramite i propri legali, contenendo in ogni caso i costi rispetto ad una normale separazione.
Se poi si dovesse rendere invece inevitabile l’intervento di un avvocato, vi ricordiamo che i nostri legali applicano tariffe ridotte e controllate che sono liquidabili ratealmente.

 

Inoltre vi ricordiamo che anche per la separazione giudiziale e per il divorzio è possibile richiedere il gratuito patrocinio ove ricorrano i requisiti reddituali del caso.

 

Non esitate a contattarci per ulteriori approfondimenti e chiarimenti.
Tel 0332 15 63 491 - n. verde 800 91 31 81.

 

Please reload

Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags
Please reload

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com