Cose da sapere in tema di buoni fruttiferi postali

Wednesday, February 8, 2017

 

In materia di buoni fruttiferi postali di serie “O”, anche sulla base dell’orientamento evidenziato dall’Arbitro Bancario Finanziario, autorità competente in caso di vertenze su questo prodotto, sembra assodata la consuetudine di ritenerli rimborsabili non per il valore sugli stessi indicato, bensì tenendo in considerazione i successivi tassi d’interesse stabiliti dalle Poste Italiane. 

 

Infatti, secondo la giurisprudenza dei Tribunali e dell’Arbitro Bancario Finanziario, si ha diritto al rimborso della quota indicata sul titolo solo se, già al momento dell’acquisto, le condizioni sullo stesso riportate fossero diverse da quelle nel medesimo periodo effettivamente previste dalle Poste, in virtù di modifiche o regolamentazioni precedenti e non aggiornate sulla carta utilizzata materialmente per la stampa del titolo.

 

In tal caso quindi il cliente acquista a sua insaputa, un prodotto fin dall’origine diverso da quello prospettato in quanto soggetto a condizioni  differenti rispetto a quelle che reca scritte nonchè illustrate dagli impiegati postali addetti alla vendita. 
 
Diversamente non si ha diritto al rimborso, qualora la modifica delle condizioni applicate dalle Poste rispetto a quanto riportato sul buono sia successiva all’acquisto e la norma che la dispone, alla quale è stata espressamente attribuita efficacia retroattiva (quindi efficacia anche rispetto ai rapporti e titoli precedenti la sua emanazione), è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale, quindi resa conoscibile a tutti i titolari dei buoni interessati. 

 

Assieme alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dovrebbero essere stati affissi presso gli Uffici Postali appositi prospetti riepilogativi delle nuove condizioni applicate ai titoli emessi e le serie interessate. Di conseguenza, trattandosi di modifica successiva all’acquisto, essa non dà diritto alla riscossione delle somme investite alle condizioni indicate sul titolo, bensì alla riscossione degli importi secondo le successive indicazioni fornite dalle Poste. 

 

Non vale, quindi, la pena agire per ottenere la liquidazione delle somme secondo le condizioni riportate sul buono se questo rientra nel secondo caso perchè i costi ed i rischi di un’azione giudiziaria supererebbero l’effettivo guadagno. 

 

Dunque nel caso foste possessori di buoni fruttiferi postali e vi steste domandando come comportarvi rispetto ad un rimborso che vi sembra riduttivo, non esitate a chiederci consulenza sull’argomento. 

I nostri professionisti e i nostri legali saranno a vostra disposizione per effettuare le dovute verifiche e consigliarvi sulla strategia da adottare.

Associazione consumatori Avvocati al Tuo Fianco
Tel. 0332 15 63 491 - n. verde 800 91 31 81

Please reload

Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags
Please reload

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com