DIVORZIO

LA NUOVA CONVIVENZA CANCELLA L'ASSEGNO

Il principio è stato ribadito dalla Corte di Cassazione che se il beneficiario instaura una nuova famiglia, ancorché di fatto, cessa definitivamente la percezione dell' ASSEGNO.

Se l'ex coniuge, percettore di assegno divorzile, instaura una nuova famiglia, ancorché di fatto, viene definitivamente meno il suo diritto all'esborso. Nonostante si tratti di un principio ormai consolidato, la Corte di Cassazione, prima sezione civile, ha dovuto ribadirlo nell'ordinanza n. 5974/20..

Un caso I Giudici della Cassazione, hanno accolto il ricorso di un uomo contro il provvedimento che aveva respinto la sua richiesta di cessazione dell'obbligo di corrispondere alla ex moglie un assegno di divorzio pari a 250 euro mensili.

- Tuttavia, la Corte d'Appello, all'esito anche di informative disposte tramite polizia tributaria, riteneva che il reclamante non avesse comprovato un fatto sopravvenuto legittimante la modifica delle condizioni di Divorzio.

- In particolare, per i Giudici non rilevava la circostanza che il coniuge beneficiario dell'assegno avesse instaurato una convivenza MORE UXORIO con altra persona, occorrendo la prova, da parte dell'ex coniuge che tale convivenza avesse influito sulle condizioni economiche dell'avente diritto.

- Una decisione contestata in Cassazione, in particolare quanto alla considerazione del fatto rappresentato dalla stabile convivenza della ex moglie con un altra persona.

- Divorzio: la nuova famiglia, ancorché di fatto, fa venir meno l'assegno - La Corte ribadisce che l'instaurazione da parte del coniuge divorziato di una nuova famiglia, ancorché di fatto, rescindendo ogni connessione con il tenore e il modello di vita caratterizzanti la pregressa fase di convivenza matrimoniale, fa venire definitivamente meno ogni presupposto per la riconoscibilità dell'assegno divorzile a carico dell'altro coniuge, sicché il relativo diritto resta definitivamente escluso. - La formazione di una famiglia di fatto, è sancita ai sensi dell'art. 2 della Costituzione, come formazione sociale stabile e duratura in cui si svolge la personalità dell'individuo, è espressione di una scelta esistenziale, libera e consapevole, che si caratterizza per l'assunzione piena del rischio di una cessazione del rapporto e, quindi, esclude ogni residua solidarietà post matrimoniale con l'altro coniuge, il quale non può che confidare nell'esonero definitivo da ogni obbligo.

- I giudici richiamano anche quanto precisato dalla Cassazione nell'ordinanza n. 18111/2017, ovvero che non assume rilievo nemmeno la successiva cessazione della convivenza di fatto intrapresa dall'ex coniuge beneficiario.

- Pertanto, la decisione impugnata che ha escluso che la convivenza more uxorio dell'ex coniuge, beneficiario di assegno, facesse venir meno il diritto all'assegno stesso.

Per info e assistenza:

Associazione Avvocati al tuo Fianco Lombardia:

- Viale Valganna 29, Varese Sede Nazionale, Presidente Dott.ssa Valentina Varese Fisso 0332 15 63 491 Mobile 392 72 13 418 email: avvocatialtuofianco@gmail.com

- Via Ripamonti, 20/A Milano Presidente Dott.ssa Valentina Varese Mobile 333 470 2006 email: info@avvocatialtuofianco.it

Associazione Avvocati al tuo Fianco Emilia Romagna - Viale Saffi, 26 40026 Imola (BO) Presidente Ghezzi Guido Fisso 0542 190 32 54 Mobile 338 65 67 086 emiliaromagna@avvocatialtuofianco.eu

Modena: Mobile 3342682453 modena@avvocatialtuofianco.eu

Associazione Avvocati al tuo Fianco Lazio - Via Sandro Botticelli 1, 00196 Roma Presidente Avvocato Serpa Nicolina Fisso 06 211 29940 Mobile 320 697 48 32 roma@avvocatialtuofianco.it

NUMERO VERDE UNIVOCO PER TUTTE LE SEDI : 800 91 31 81 SITO: www.avvocatialtuofianco.org

Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com