Attenzione alle targhe straniere

Friday, December 14, 2018

È stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il cosiddetto decreto sicurezza, in vigore dal 4 dicembre. La legge introduce alcune novità che riguardano anche la circolazione stradale: vediamole nel dettaglio.


 

Veicoli immatricolati all’estero. La nuova legge stringe le maglie contro le targhe estere. In pratica, chi risiede in Italia da oltre 60 giorni non potrà circolare con un veicolo targato oltre frontiera. Da questa disposizione, però, sono esclusi i veicoli in leasing o a noleggio senza conducente acquisiti da operatori di un altro Stato della Ue o dello Spazio economico europeo che non abbiano sedi secondarie o effettive in Italia e quelli concessi in comodato a persone residenti in Italia legate da un rapporto di lavoro con un’impresa di un altro stato Ue o See che non abbia stabilito una sede in Italia. Tutto questo a condizione, però, di tenere a bordo del veicolo "un documento sottoscritto dall’intestatario e recante data certa dal quale risultino il titolo e la durata della disponibilità del veicolo". La circolazione con un veicolo immatricolato all’estero oltre il 60° giorno dall’acquisizione della residenza in Italia comporta una multa da 712 euro e l’immediata cessazione dalla circolazione del veicolo. Non solo. Nel caso in cui entro i successivi 180 giorni il veicolo non sia immatricolato in Italia o non sia tornato all’estero con foglio di via, è prevista la confisca. Nel caso in cui il veicolo sia a noleggio o in comodato, ma sprovvisto del relativo documento rilasciato dalla compagnia di noleggio con l'indicazione della nuova normativa al codice della strada, la sanzione è di 250 euro con fermo amministrativo e obbligo di esibizione del documento entro 30 giorni. In caso di violazione di questa disposizione è prevista l’ulteriore multa di 712 euro.
Per quanto riguarda, invece, i veicoli immatricolati all’estero che hanno adempiuto alle formalità doganali per l’ingresso in Italia (per questi, la legge ammette la circolazione sul territorio nazionale per un anno), la circolazione oltre la scedenza del 12° mese prevede una multa di 712 euro e la cessazione dalla circolazione del veicolo. Se entro centottanta giorni dalla data di accertamento il veicolo non è immatricolato in Italia o non è richiesto il rilascio di un foglio di via per condurlo oltre frontiera, scatta la confisca.

Confisca e fermo amministrativo. La legge interviene anche sulla confisca e sul fermo amministrativo dei veicoli con l’obiettivo di rendere più efficaci e severe le procedure. Inoltre, prevede un vero e proprio censimento dei veicoli sequestrati, fermati, rimossi, dissequestrati e confiscati, che saranno individuati secondo il tipo, il modello e il numero di targa o di telaio, indipendentemente dalla documentazione dello stato di conservazione. Il censimento, che dovrà avvenire ogni sei mesi, è in capo alle prefetture. L’elenco dei veicoli presenti nelle depositerie da oltre sei mesi dovrà essere pubblicato online sul proprio sito internet istituzionale da ciascuna Prefettura.

Obbligato in solido. La legge modifica l'articolo 196 del Codice della strada, quello sul principio di solidarietà, precisando che è obbligato in solido con l'autore della violazione il locatario nel caso di locazione senza conducente oppure l'intestatario temporaneo nei casi in cui il veicolo sia nella disponibilità di una persona diversa dal proprietario per più di 30 giorni ai sensi dell'articolo 94 comma 4 bis del Codice della strada. Nel caso di veicoli con targa estera, infine, delle violazioni commesse risponde solidalmente la persona residente in Italia che ha, a qualunque titolo, la disponibilità del veicolo, se non prova che la circolazione del veicolo stesso è avvenuta contro la sua volontà.

 

Per info e assistenza:


 

Associazione Avvocati al tuo Fianco Lombardia:

- Viale Valganna 29, Varese

Sede Nazionale,

Presidente Dott.ssa Valentina Varese

Fisso 0332 15 63 491

Mobile 392 72 13 418

email: avvocatialtuofianco@gmail.com

 

- Via Ripamonti 15, Milano

Presidente Dott.ssa Valentina Varese

Mobile 333 470 2006

email: info@avvocatialtuofianco.it


Associazione Avvocati al tuo Fianco Emilia Romagna

- Viale Saffi, 26 40026 Imola (BO)

Presidente Ghezzi Guido

Fisso 0542 190 32 54 

 

Mobile 338 65 67 086

emiliaromagna@avvocatialtuofianco.eu


Modena: Mobile 3342682453

modena@avvocatialtuofianco.eu


Associazione Avvocati al tuo Fianco Lazio

- Via Sandro Botticelli 1, 00196 Roma

Presidente Avvocato Serpa Nicolina

Fisso 06 211 29940

Mobile 320 697 48 32 

roma@avvocatialtuofianco.it


NUMERO VERDE UNIVOCO PER TUTTE LE SEDI : 800 91 31 81

SITO:  www.avvocatialtuofianco.org



 


 

Please reload

Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags
Please reload

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com