Liberarsi dai debiti con il saldo e stralcio


Il saldo e stralcio è un accordo tra debitore e creditore sul pagamento di un debito.


L’associazione consumatori Avvocati al Tuo Fianco (sede di Milano: via Massena 2/a, Milano cell 333 470 2006; sede di Imola responsabile per l’area Emilia Romagna: tel. 0542 190 32 54 / cell. 338 65 67 086, sede di Modena: cell. 334 26 82 453, sede nazionale e Lombardia: tel. 0332 15 63 491 / cell. 392 72 13 418) segue regolarmente trattative e mediazioni presso banche e finanziarie al fine di ottenere condizioni favorevoli di saldo e stralcio ed evitare quindi l’avvio di procedure esecutive che possono pregiudicare immobili, beni, redditi e altre proprietà.


Ciò che rende il saldo e stralcio apprezzato sia da debitori che da creditori è l’efficacia immediata della procedura.


Il creditore rimasto insoddisfatto infatti può preferire questa via a quella più lunga, laboriosa e costosa delle esecuzioni forzate vedendo così soddisfatto subito, seppure in misura ridotta, il proprio credito.


L’opzione saldo e stralcio consente di fissare una cifra da saldare in un’unica soluzione (o in poche rate), estinguendo con essa l’intero debito. La cifra concordata solitamente è inferiore alla metà dell’importo residuo dovuto dal mutuatario: la banca a certe condizioni potrebbe preferire perdere il 60% di quanto esigibile piuttosto che intraprendere le vie legali e segnalare il mutuatario come cattivo pagatore.


L’opzione naturalmente è percorribile quando l’interesse del debitore incontra quello della banca o finanziaria. I parametri dell’istituto di credito sono infatti una condizione imprescindibile da prendere in considerazione quando si decide di tentare questa via. Se l’istituto ad esempio non trova sufficienti le garanzie poste dal debitore, potrebbe comunque preferire appropriarsi di un bene, inoltre egli deve avere liquidità sufficiente ad estinguere il 40% del debito residuo.



L’associazione Avvocati al Tuo Fianco si adopera dunque nella gestione della transazione affinchè le parti interessate risolvano in via bonaria il rientro del debito in modo da ottenere da una parte, una riduzione delle somme residue che il debitore deve corrispondere alla banca o alla società finanziaria, e dall’altra, la soddisfazione più rapida delle ragioni del creditore.


Il modo in cui interveniamo è facendo richiesta formale al creditore con pec o raccomandata ar e prendendo contatti con la controparte indicando la somma che si è in grado di rimborsare e il metodo di pagamento che si vuole utilizzare.


Va da sé che queste due specifiche vengono elaborate tenendo nel maggior conto possibile l’interesse della banca, che va convinta a concedere la riduzione. In questo senso talvolta torna utile sottolineare, nella richiesta, le condizioni che potrebbero rendere più conveniente lo stralcio del debito rispetto al pignoramento, come la difficoltà della vendita all’asta dell’immobile seventualmente pignorabile. E’ nostra abitudine inoltre tenere sempre un piano di riserva che preveda magari condizioni più gravose ma tollerabili, oppure valutare una rinegoziazione o

a sostituzione del contratto con uno a condizioni più favorevoli per il cliente.


Effettuata la transazione ci premuriamo a che venga ratificato il patto tra le parti ovvvero che si impegnano a non pretendere l’uno dall’altro alcunché in relazione a quello specifico rapporto: il debitore si impegna a pagare la somma concordata e viene liberato da altre incombenze.


Peraltro una volta raggiunto e definito l’accordo stragiudiziale a saldo e stralcio del debito, verifichiamo sempre che l’istituto provveda alla rinuncia di possibili procedure giudiziali di recupero del credito e alla cancellazione dell’eventuale segnalazione presso le banche dati che contengono informazioni sul finanziamento.


Non c’è un termine ultimo per chiedere alla banca di concludere un accordo di saldo e stralcio. Anche dopo l’avvio di un procedimento espropriativo il debitore può avanzare una proposta di definizione a saldo e stralcio se, ad esempio, vuole evitare la vendita all’asta dell’immobile nel caso di un pignoramento immobiliare.


Per maggiori informazioni, approfondimenti o per richiedere il nostro supporto ina una trattativa di saldo e stralcio non esitate a contattarci:


Avvocati al Tuo Fianco Nazionale e Lombardia - tel . 0332 15 63491 - cell. 392 72 13 418 - n. 800 91 31 81

Avvocati al Tuo Fianco Emilia Romagna - tel . 0542 190 32 54 - cell. 338 65 67 086- n. 800 91 31 81

Avvocati al Tuo Fianco Modena e Veneto cell. 334 26 82 453 - n. verde 800 91 31 81

www.avvocatialtuofianco.org

https://www.facebook.com/associazioneconsumatoriavvocatialtuofianco/

https://www.facebook.com/Avvocatialtuofiancoemiliaromagna/

https://www.facebook.com/Associazione-Consumatori-Avvocati-al-Tuo-Fianco-Modena-1413804971983274/

Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com