Illegittima segnalazione alla Crif


Le segnalazioni presso la Centrale Rischi della Banca d’Italia rappresentano una problematica piuttosto importante regolarmente portata all’attenzione dell’associazione consumatori Avvocati al Tuo Fianco (sede di Milano: via Massena 2/a, Milano cell 333 470 2006; sede di Imola responsabile per l’area Emilia Romagna: tel. 0542 190 32 54 / cell. 338 65 67 086, sede di Modena: cell. 334 26 82 453, sede nazionale e Lombardia: tel. 0332 15 63 491 / cell. 392 72 13 418).


Ribadiamo che la cancellazione prima della decorrenza dei tempi previsti dalla legge non è possibile.

Si parla normalmente di 24 o 36 mesi. Tutto dipende dal tipo di debito o morosità a cui il provvedimento è collegato.

Quindi sconsigliamo di affidarsi ad agenzie che promettono il miracolo dell’occultazione se non eliminazione di tale condizione. Specie se chiedono soldi in cambio di magiche soluzioni.

Il proliferare di contenziosi tra la le banche ed i correntisti è chiaramente connesso alla crisi economica del paese e non ci si deve stupire più di tanto.


Di conseguenza proliferano le segnalazioni dei cattivi pagatori. Tuttavia è necessario prestare attenzione affinchè non sfuggano alle tutele di legge le segnalazioni illegittime.


Il merito creditizio non deve essere preso alla leggera perchè può comportare la crisi di un’intera azienda.


Ecco perchè è sempre utile verificare che la segnalazione non sia illegittima.


L’illegittima segnalazione alla Centrale Rischi della Banca d’Italia comporta, principalmente: - la sostanziale impossibilità per l’imprenditore di accedere ad ulteriori fonti di finanziamento; - nella maggior parte dei casi, la revoca degli affidamenti bancari già concessi; - il diniego all’utente di banca all’apertura di nuovi rapporti di conto corrente.


Quindi la segnalazione di “cattivo pagatore” può costituire per l’imprenditore l’inizio di un processo irreversibile che lo porta al dissesto assoluto e in casi estremi al fallimento dell’azienda.


Ecco perchè questa segnalazione deve essere subordinata all’osservanza di precisi e rigorosi presupposti che impongono una attento e ponderato esame con riferimento: - alla liquidità del soggetto; - alla situazione contingente del mercato in cui opera; - alla sua capacità produttiva e/o reddituale; - all’ammontare complessivo del credito ottenuto dal sistema creditizio e/o finanziario; -all’esistenza o meno di una situazione che induca a ritenere il credito a sofferenza ossia tale per cui appaiano sussistere rilevantissime difficoltà di recuperarlo.

In tal caso il correntista potrà adire l’autorità giudiziaria allo scopo di ottenere il risarcimento dei danni per cagione della illegittima segnalazione alla Centrale Rischi.

I danni di cui parliamo non sono solo patrimoniali e riconducibili alla conseguente crisi aziendale se non ad un fallimento, ma anche personale, morale e di danno alla reputazione si chi si trova ingiustamente segnalato.

In caso di dubbi circa l’illegittimità di una segnalazione non esitate a contattarci: Avvocati al Tuo Fianco Nazionale e Lombardia - tel . 0332 15 63491 - cell. 392 72 13 418 - n. 800 91 31 81 Avvocati al Tuo Fianco Milano - cell. 333 470 2006 - n. verde 800 91 31 81 Avvocati al Tuo Fianco Emilia Romagna - tel . 0542 190 32 54 - cell. 338 65 67 086- n. 800 91 31 81 Avvocati al Tuo Fianco Modena e Veneto cell. 334 26 82 453 - n. verde 800 91 31 81 www.avvocatialtuofianco.org https://www.facebook.com/associazioneconsumatoriavvocatialtuofianco/ https://www.facebook.com/Avvocatialtuofiancoemiliaromagna/ https://www.facebook.com/Associazione-Consumatori-Avvocati-al-Tuo-Fianco-Modena-1413804971983274/ https://www.facebook.com/avvocatialtuofiancomilano/


Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com