La difficile situazione del comparto magistrale


Sono momenti difficili per chi lavora nella scuola. Infatti la sentenza del Consiglio di Stato sui diplomati magistrali, questa a sezioni riunite, quindi definitiva e depositata oggi, respinge l’inserimento dei diplomati nelle Graduatorie a esaurimento (GAE). Essi vengono quindi allontanati dalla possibilità di una cattedra.

Per chi è già in ruolo, la situazione si fa complicata.


Il Consiglio di Stato ha dunque enunciato che il possesso del solo diploma magistrale, anche conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002, non è una condizione sufficiente per l’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento del personale. E ha ordinato l’esecuzione della sentenza da parte del ministero dell’Istruzione.


Il ministero dell’Istruzione nel corso della sua esposizione dei fatti ha dato numeri terrorizzanti: “Ad oggi in Italia sono stati consegnati un milione e mezzo di diplomi magistrali”. In realtà, coloro che avevano reali possibilità di ottenere un posto da docente erano 3-5 ogni cento e diversi diplomati nel tempo si sono laureati e specializzati. Ma ci sono magistrali che, sulla scia delle prime sentenze, si sono riaffacciati al mondo della scuola nonostante avessero intrapreso da anni altre strade professionali.


Ad agosto scorso risultavano inseriti nelle Graduatorie a esaurimento, complessivamente, 125 mila precari: 67.622 per l’infanzia e 57.369 per la primaria. L’associazione consumatori Avvocati al Tuo Fianco si rende disponibile per l’esecuzione di ricorsi in appello presso la Convenzione europea dei diritti dell’uomo, la Cedu.


Stante così le cose senza fare nulla infatti si profilerebbe un licenziamento di massa, il più grande della storia italiana. Parliamo di precari che da numerosi anni permettono al servizio scolastico di funzionare.

In pratica con questa sentenza chi non è entrato nelle Gae non ci entrerà più, chi è già dentro tornerà nelle graduatorie di istituto.


Vediamo ora qualche numero.

IMMESSI IN RUOLO CON CLAUSOLA RISOLUTIVA I docenti assunti a tempo indeterminato che hanno un contratto con clausola risolutiva sono 6.669.Questi docenti rischiano la revoca del contratto ed il ruolo con “retrocessione” nelle graduatorie d’istituto.

ISCRITTI IN GAE CON RISERVA Sei tratta dei docenti che sono entrati in GaE a seguito di sentenza cautelare. Si tratta di 43.534 persone che attendono il parere dell’avvocatura dello Stato e la sentenza individuale di merito. Tra i rischi, la possibilità di essere esclusi dalle GaE ed essere inseriti solo nelle Graduatorie d’Istituto.

ISCRITTI IN GAE A PIENO TITOLO Sono 26.252, si tratta di docenti inseriti negli anni a seguito del conseguimento dell’idoneità tramite concorso o corso riservato. Questi docenti non rischiano l’espulsione dalle GaE.

SUPPLENZE ASSEGNATE Le supplenze che coinvolgono docenti inseriti in GAE con riserva sono: 23.356 incarichi al 30/6 o 31/8 e 20.110 supplenze brevi. Secondo quanto dichiarato dal Ministero, quest’anno tali supplenze non saranno toccate e chi ne ha avuto incarico lo manterrà fino a fine anno.


Per dettagli e approfondimenti non esitate a contattare: Avvocati al Tuo Fianco Nazionale e Lombardia - tel . 0332 15 63491 - cell. 392 72 13 418 - n. 800 91 31 81 Avvocati al Tuo Fianco Emilia Romagna - tel . 0542 190 32 54 - cell. 338 65 67 086- n. 800 91 31 81 Avvocati al Tuo Fianco Modena e Veneto cell. 334 26 82 453 - n. verde 800 91 31 81 www.avvocatialtuofianco.org https://www.facebook.com/associazioneconsumatoriavvocatialtuofianco/ https://www.facebook.com/Avvocatialtuofiancoemiliaromagna/ https://www.facebook.com/Associazione-Consumatori-Avvocati-al-Tuo-Fianco-Modena-1413804971983274/


Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com