Ricorso in autotutela: ecco la sentenza che cambia le cose

Wednesday, December 6, 2017

 

L’associazione consumatori Avvocati al Tuo Fianco (sede di Imola responsabile per l’area Emilia Romagna: tel. 0542 190 32 54 / cell. 338 65 67 086, sede di Modena: tel. 0535 25 331 / cell. 339 620 21 73, sede di Reggio Emilia: cell. 3472300522, sede nazionale e Lombardia: tel. 0332 15 63 491 / cell. 392 72 13 418), ove vi siano fondati e concreti motivi per contestare la validità di una cartella esattoriale, incoraggia il consumatore a ricorrere in autotutela.


Il ricorso in autotutela infatti ha un costo contenuto e, se assistito dal valido consiglio di un professionista della materia porta a risultati molto soddisfacenti in termini di sgravio.

Proprio perchè crediamo nell’istituto, assistito, dell’autotutela ci teniamo e vi teniamo aggiornati in materia.  Veniamo quindi alla sentenza dello scorso venerdì il 1 dicembre 2017.


In tale sentenza la Cassazione ha infatti stravolto un pò i termini del meccanismo.
Ovvero, l’autotutela vittoriosa sospende l’efficacia esecutiva della cartella, ma non la validità e soprattutto non interrompe il decorso dei termini per fare ricorso (60 giorni dalla notifica).  


Ecco dunque che anche dopo molti anni il fisco può rifarsi vivo per pretendere il pagamento di debiti di cui ci eravamo persino dimenticati ritenendoli del tutto illegittimi.

 

Così, chi ottiene la sospensione della cartella esattoriale tramite una istanza in autotutela non può dirsi definitivamente libero dall’obbligo di pagare. Perché ciò accada è infatti necessario che l’annullamento venga stabilito da un giudice o lo sgravio in via definitiva dall’ente creditore.

 

Accogliendo l’istanza in autotutela infatti ciò che si ottiene è semplicemente un arresto della procedura esecutiva presso il riscossore.

 

Ecco dunque che torna a rendersi necessario il ricorso al giudice.

Sempre valida perciò l’autotutela, ma come già più volte ripetuto dall’associazione Avvocati al Tuo Fianco, sempre con il supporto consulenziale di un avvocato o comunque di un professionista con esperienza della problematica.

 

Ricordiamo in particolare due dettagli: se la cartella è solo sospesa, rimane valida, di conseguenza non si potrà subire il pignoramento nell’immediato, ma prima o poi il creditore potrebbe comunque farsi vivo specie ove  “sopravvenga fondato pericolo per la riscossione”.

 

Concludendo, come spesso vi evidenziamo, è importante il confronto con un legale, fosse anche solo un consiglio o un suggerimento, così da non incorrere in sorprese più avanti nel tempo.

In caso di cartelle, istanze o ricorsi per sgravio non esitate a contattarci.


Avvocati al Tuo Fianco Nazionale e Lombardia - tel . 0332 15 63491 - cell. 392 72 13 418 - n. 800 91 31 81
Avvocati al Tuo Fianco Emilia Romagna - tel . 0542 190 32 54 - cell. 338 65 67 086- n. 800 91 31 81
Avvocati al Tuo Fianco Veneto - tel. 0535 25 331 - cell. 339 620 21 73 - n. verde 800 91 31 81
www.avvocatialtuofianco.org 
https://www.facebook.com/associazioneconsumatoriavvocatialtuofianco/
https://www.facebook.com/Avvocatialtuofiancoemiliaromagna/
https://www.facebook.com/Associazione-Consumatori-Avvocati-al-Tuo-Fianco-Modena-1413804971983274/

 

Please reload

Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags
Please reload

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com