I nuovi contratti di lavoro


L’associazione consumatori Avvocati al Tuo Fianco (sede di Imola responsabile per l’area Emilia Romagna: tel. 0542 190 32 54 / cell. 338 65 67 086, sede di Modena: tel. 0535 25 331 / cell. 339 620 21 73, sede nazionale e Lombardia: tel. 0332 15 63 491 / cell. 392 72 13 418) si occupa anche di diritto del lavoro e dispone di consulenti del lavoro che possono, oltre che effettuare la verifica della busta paga, anche consigliare la giusta strategia di approccio ad una situazione di non conformità con quanto stabilito dalla legge in materia di tutela del lavoratore.


Un aspetto che ha frequentemente generato dibattiti anche aspri è l’abolizione dei voucher.

La prima conseguenza di tale provvedimento è stata la ricerca di una formula contrattuale corretta, per regolamentare il lavoro occasionale.


Così, gli esperti in materia si sono ricordati dell’esistenza dei contratti di prossimità, uno strumento che può essere utile, sia per sostituire i voucher, sia per migliorare una forma contrattuale già esistente, come il lavoro a chiamata.


Ma procediamo per ordine e cerchiamo di capire in quali modi è possibile sostituire i voucher, con gli strumenti che esistono già.


I contratti di prossimità sono previsti dall’articolo 8 della legge 148/2011. Si tratta di contratti aziendali finalizzati alla maggiore occupazione, alla qualità dei contratti di lavoro, all’adozione di forme di partecipazione dei lavoratori, alla emersione del lavoro irregolare, agli incrementi di competitività e di salario, alla gestione delle crisi aziendali e occupazionali, agli investimenti e all’avvio di nuove attività.

Con essi è prevista la possibilità di derogare disposizioni di legge o regolamentazioni contenute nei contratti collettivi nazionali di lavoro per determinate materie.


Le intese possono riguardare, fra l’altro le mansioni del lavoratore, la classificazione e l’inquadramento del personale, i contratti a termine e quelli a orario ridotto, la disciplina dell’orario di lavoro, le modalità di assunzione e disciplina del rapporto di lavoro.


Il contratto di prossimità deve comunque rispettare i limiti posti dalla Costituzione, dalle normative comunitarie e dalle convenzioni internazionali sul lavoro.


Gli accordi possono essere sottoscritti da singoli datori di lavoro o da associazioni di datori di lavoro rappresentative a livello territoriale. I lavoratori possono essere rappresentati: •dalle associazioni dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale o territoriale; •dalle rappresentanze sindacali operanti in azienda.


I contratti di prossimità possono regolamentare le forme contrattuali atipiche: contratti a termine, contratti a orario ridotto, modulato o flessibile; inoltre, possono regolamentare le modalità di assunzione e la disciplina del rapporto di lavoro.


In base a quanto esposto, nel caso del vuoto normativo lasciato dai voucher, gli accordi di prossimità potrebbero servire a: •modificare le regole dei contratti vigenti adattandoli alle esigenze del lavoro occasionale; •realizzare una regolamentazione specifica ex novo per i mini job.


In pratica, attraverso il contratto di prossimità, si possono, ad esempio, rimuovere i limiti esistenti nei contratti attualmente vigenti, come i limiti anagrafici individuati dalla legge sul contratto a chiamata.

Il contratto a chiamata è un contratto di lavoro subordinato, anche a tempo determinato, con il quale un lavoratore si pone a disposizione di un datore di lavoro che ne può utilizzare la prestazione lavorativa in modo discontinuo, anche con riferimento alla possibilità di svolgere le prestazioni in periodi predeterminati nell’arco della settimana, del mese o dell’anno. Il contratto a chiamata, o intermittente, retribuisce i lavoratori solo quando prestano effettivamente attività lavorativa, con un meccanismo, dunque, simile a quello dei voucher. Tuttavia, è limitato ai soli lavoratori con meno 24 anni di età o almeno 55 anni di età e a sole 400 giornate nell’arco di 3 anni.


Con un contratto di prossimità si potrebbero dunque togliere questi limiti, per rendere la regolamentazione simile ai voucher, oppure riscrivere le regole della definizione di occasionalità dello stesso contratto. Questa soluzione avrebbe il pregio di introdurre una maggiore flessibilità normativa a fronte di una maggiore occupazione, con il vantaggio, per il lavoratore assunto, di avere il diritto all’applicazione delle normali regole economiche e normative di un lavoro subordinato.


Con i contratti di prossimità si potrebbe anche adottare una disciplina contrattuale nuova, come i cosiddetti mini jobs, dei quali si discute in questi giorni. Ad esempio, si potrebbe stabilire che i mini job siano avviati con un contratto di lavoro subordinato; si potrebbe prevedere uno specifico inquadramento professionale e, tenuto conto della particolarità, il relativo trattamento economico potrebbe essere in linea con quanto era stabilito con il voucher.


Aziende e sindacati potrebbero dunque, in assenza della legge, organizzarsi autonomamente stabilendo nuove discipline o modificando contratti già esistenti. Se avete una persona da assumere e volete farlo tramite i nuovi contratti non esitate a rivolgervi ai nostri professionisti:

Avvocati al Tuo Fianco Nazionale e Lombardia - tel . 0332 15 63491 - cell. 392 72 13 418 - n. 800 91 31 81 Avvocati al Tuo Fianco Emilia Romagna - tel . 0542 190 32 54 - cell. 338 65 67 086- n. 800 91 31 81 Avvocati al Tuo Fianco Veneto - tel. 0535 25 331 - cell. 339 620 21 73 - n. verde 800 91 31 81 www.avvocatialtuofianco.org https://www.facebook.com/associazioneconsumatoriavvocatialtuofianco/ https://www.facebook.com/Avvocatialtuofiancoemiliaromagna/ https://www.facebook.com/Associazione-Consumatori-Avvocati-al-Tuo-Fianco-Modena-1413804971983274/

Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com