Nuovi soprusi dai gestori di telefonia: che fare? Potete agire da soli o accompagnati


Sono occorsi recentemente all’associazione Avvocati al Tuo Fianco alcuni casi di furto di dati e di commercializzazione aggressiva con conseguente stipula, ad insaputa dell’ignaro intestatario, di contratti di telefonia.


In particolare gli assistiti si sono visti recapitare fatture per contratti di telefonia fissa, mobile e internet mai sottoscritti.

In tutti i casi si sono immediatamente attivati per contattare il servizio clienti delle compagnie telefoniche coinvolte e hanno inviato i dovuti reclami e le dovute raccomandate AR lamentando quanto subito.


Si sono quindi rivolti ad Avvocati al Tuo Fianco e la gestione delle loro posizioni ci consente oggi di darvi un ragguaglio su questo genere di situazioni e su come comportarsi.

Poniamo che un giorno riceviate una fattura per un servizio internet mai richiesto. Prima di tutto segnalate il problema all’azienda secondo le modalità di rito.


Non limitatevi alla telefonata. Delle telefonate non rimane traccia e non sareste poi in grado di rivendicare quanto fatto.


Quindi, in caso di silenzio, insistete e pretendete di avere un riscontro.


In una situazione come questa, l’Associazione consumatori Avvocati al Tuo Fianco è riuscita dopo varie comunicazioni ad ottenere una risposta e ad avere uno scambio di opinioni con la persona preposta a gestire queste problematiche.


Ci è stato quindi riferito che sembrava trattarsi di un furto di dati e che era dunque necessario che i frodati denunciassero il reato e, allegando verbale della denuncia, scrivessero direttamente al reparto frodi dell’azienda.


I nostri assistiti si sono recati presso i diversi uffici giudiziari dove sono stati rimbalzati al mittente in quanto non disponevano del contratto incriminato. Il tutto appariva quanto mai paradossale.


Ci siamo perciò nuovamente mobilitati con i contatti aziendali in nostro possesso i quali, riconoscendo come legittima la richiesta degli operatori di giustizia, si sono ripromessi di farci avere quanto prima copia del contratto.


Sono passati prima giorni e poi settimane. Il documento sembrava essersi arenato presso uno dei rivenditori autorizzati. Arriviamo così all’epilogo di questa incresciosa vicenda: quando riceviamo una mail dall’azienda dove, in modo laconico ci viene comunicato che il contratto di fatto non si trova.


Bene questo è il punto in cui dovete armarvi di determinazione e inviare la pec o la raccomandata ar nella quale senza mezzi termini richiedete l’immediato annullamento del debito e soprattutto l’istantanea chiusura di qualunque profilo, sim, servizio registrato a vostro nome presso l’azienda.

Questo è il modo in cui generalmente procediamo noi di Avvocati al Tuo Fianco, ottenendo in linea di massima i risultati attesi.

E’ fondamentale non demordere e andare fino in fondo.


E questo è quanto ha fatto un cittadino che ci ha segnalato la sua vicenda.


Pur vivendo e lavorando il figlio in Toscana e il padre nelle Marche, a breve distanza di tempo hanno cominciato a ricevere entrambi fatture relative a numeri telefonici mai attivati nè richiesti.

Regolarmente inviavano disdetta e i numeri venivano disattivati, ma per essere subito seguiti da nuove e diverse attivazioni talvolta a nome dell’uno talvolta a nome dell’altro.


Continue e insistenti le telefonate da parte di sedicenti recupero crediti, particolarmente aggressive peraltro quelle ricevute dal num. 0810108080.


Infine, il figlio, spossato dal continuo fuoco di telefonate e bollette immotivate, e preoccupato per lo stress cagionato al padre non più giovanissimo, ha cercato di comunicare la sua situazione a taluni organi di informazione che si sono interessati alla faccenda predisponendosi a pubblicare un servizio integrale a riguardo.


Informata di tale evenienza, l’azienda si è premurata di entrare subito in contatto con il malcapitato al quale ha annullato seduta-stante ogni presunto debito e cancellato il tutte le posizioni aperte a sua insaputa, dimostrando dunque una responsabilità nell’accaduto.

Responsabilità anche provata dalla presenza del titolare del numero sopra citato tra i partner dell’azienda quale “agenzia di promozione commerciale”.


Come stupirsi che una società disposta ad avvalersi di partners di quel genere, sia perfettamente consapevole e diretta artefice di strategie commerciali al limite dell’illecito?


Se non avete le conoscenze o il coraggio di fare da voi, non esitate a contattare Avvocati al Tuo Fianco, sarà nostra cura alzare il livello della difesa per voi: tel. 0332 15 63 491 - cell. ufficio 392 72 13 418.

Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com