La funzione del difensore civico a livello comunale: soppressa o in essere? E che valore hanno i suoi atti?

Wednesday, January 18, 2017

 

 

Un cittadino ci ha sottoposto un interessante quesito in merito alla figura del difensore civico.

Come mai la figura del difensore civico, pur essendo stata soppressa dalla Legge Finanziaria del 2010 è ancora operativa in molti comuni?

 

In effetti la figura del difensore civico è stata soppressa dall’ art 2 comma 186 Legge Finanziaria del 2010.

Ecco come recita l’articolo specifico in proposito:

"In relazione alle riduzioni del contributo ordinario di cui al comma 183, i comuni devono altresì adottare le seguenti misure:

A) soppressione della figura del difensore civico di cui all’articolo 11 del testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267" [...]

 

In realtà, a dispetto di questa normativa che avrebbe abolito il difensore civico allo scopo di contenere le spese dell’amministrazione comunale, in molte località è ancora presente ed in grado di operare.

Il difensore civico è un organo pubblico, indipendente ed esterno posto a tutela e garanzia dei diritti e degli interessi dei cittadini nei confronti della pubblica amministrazione, non potendo intervenire sulle controversie tra privati.

Interviene, d’ufficio o su richiesta, nei casi di cattiva amministrazione, per favorire il rispetto dei principi di legalità, trasparenza, imparzialità, buona amministrazione.

E’ autonomo ed indipendente dal potere politico e libero da ogni condizionamento.

 

Associazione consumatori Avvocati al Tuo Fianco ha quindi effettuato una ricerca per appurare lo stato reale della situazione .

Prima della legge finanziaria, in Italia la figura del difensore civico esisteva a tre livelli: comunale , provinciale e regionale.

Con la legge Finanziaria del 2010, è stato liquidato esclusivamente il ruolo del difensore civico comunale, mentre è rimasto in essere il difensore provinciale e regionale. Sono questi ultimi dunque che hanno il compito, ove richiesto, di intervenire nei singoli comuni di competenza.

 

Dopo aver contattato numerose provincie e regioni abbiamo infine appurato che la maggior parte dei comuni italiani si avvale effettivamente del difensore civico regionale e/o provinciale.

La fiducia dei cittadini rimane dunque favorevole alla figura del difensore civico e gli atti emanati difensore civico conservano in toto la loro validità.

 

Un ulteriore dubbio sollevato dal cittadino riguarda il supposto trasferimento della funzione di controllo, tutela e garanzia al Dipartimento della Funzione Pubblica attraverso lo svolgimento di alcuni compiti istituzionali o meglio, come si legge nel sito http://www.funzionepubblica.gov.it/strumenti-e-controlli "Il nome "Strumenti e Controlli" fa riferimento allo svolgimento di alcuni compiti istituzionali del Dipartimento. Rilevante tra essi è la vigilanza, tramite l’Ispettorato, sulla conformità dell’azione amministrativa ai principi di imparzialità e buon andamento".

Bene: tale dubbio può essere fugato.

Questo supposto trasferimento dava infatti luogo ( e giustamente) ad una preoccupazione: se il dipartimento strumenti e controlli è interno alla pubblica amministrazione e la sua funzione è quella di controllare l’operato della pubblica amministrazione, non si configura forse un conflitto di interessi?

 

In realtà, dopo aver effettuato numerose telefonate a diversi uffici provinciali, regionali e comunali e - dulcis in fundo - taluni uffici ministeriali, abbiamo verificato sul campo che la presenza del difensore civico nei comuni è garantita dai difensori civici provinciali e regionali che a cadenza regolare offrono i propri servizi localmente.

E ci siamo contemporaneamente resi conto che la funzione definita letteralmente "strumenti e controlli" nel sito ministeriale sopra citato (è il titolo di un’intera sezione) non è di per sè considerata sovrapponibile a quella del difensore civico che viene considerato una entità ben definita e distinta.

Inoltre la stessa dicitura "strumenti e controlli" è apparsa poco familiare alla maggior parte dei funzionari da noi contattati all’interno degli stessi ministeri di interesse.

 

In sintesi, ecco la buona notizia: possiamo continuare serenamente a dare fiducia ai difensori civici e a contare sul loro operato.

 

Speriamo di avere soddisfatto così almeno in parte i quesiti del cittadino che si è rivolto a noi e sollecitiamo chi di voi abbia necessità di chiarirsi le idee sulla materia legale o amministrativa a contattarci e rivolgerci le domande del caso, faremo del nostro meglio per soddisfare i vostri quesiti.

Tags:

Please reload

Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags
Please reload

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com