L'assegno divorzile può essere revocato

Thursday, November 24, 2016

 

Associazione Consumatori Avvocati al Tuo Fianco vi informa su un orientamento recente della giurisprudenza su divorzio e assegno divorzile.

 

L’assegno divorzile diventa revocabile se l’ex coniuge convive stabilmente con un nuovo partner. Naturalmente il disconoscimento non è automatico e la nuova convivenza deve presentare caratteri di stabilità, continuità e regolarità tanto da essere assimilabile ad una convivenza attribuibile ad una famiglia di fatto.

 

Lo ha ribadito la Corte d’appello di Palermo nella sentenza 290/2015 , revocando l’assegno divorzile disposto invece dai giudici di primo grado.

 

La vicenda

Trattasi di una coppia di coniugi senza figli. A seguito del divorzio i giudici di primo grado del Tribunale di Trapani avevano obbligato l’ex marito a lasciar

 

e l’abitazione all’ex moglie e a corrispondere un assegno mensile di 250 euro.

 

L’ex marito impugnava la decisione sostenendo che la ex moglie godeva di un reddito sufficiente e aveva instaurato ormai già da due anni una nuova convivenza.

 

 

La decisione della Corte d’Appello

La Corte d’appello ha condiviso le ragioni dell’appellante e le ha accolte in pieno.

Innanzitutto ha revocato l’assegnazione della casa coniugale, in quanto non essendoci figli, manca del tutto la giustificazione di una tale previsione, ovvero l’interesse della prole a mantenere una stabilità abitativa, così che difetta totalmente il presupposto previsto per l’assegnazione.

 

Per quanto riguarda l’assegno divorzile, invece, la Corte d’appello afferma, sulla base di un orientamento giurisprudenziale di legittimità, che la nuova convivenza more uxorio dell’ex coniuge beneficiario dell’assegno assume rilevanza ai fini della revoca dell’assegno medesimo non in quanto tale, ma solo se assume i caratteri della stabilità, durata e continuità «tanto da venire ad assumere i connotati della cosiddetta famiglia di fatto, connotata, in quanto tale, dalla libera e stabile condivisione di valori e modelli di vita». In queste ipotesi, tra cui rientra quella oggetto della vicenda, l’assegno divorzile non ha ragion d’essere.

 

Quindi in caso di divorzio non esitate a contattare l’Associazione Consumatori Avvocati al Tuo Fianco: n. verde 800 91 31 81 - tel. 0332 15 63 491.

Please reload

Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags
Please reload

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com