Nasce la "nuova equitalia", e non sarà più tenera di quella vecchia!


La "nuova equitalia" non sarà più morbida in materia di riscossione.

E' stato finalmente pubblicato il testo di legge in Gazzetta ufficiale che sancisce la nascita del nuovo ente.

Bene, che nessuno si illuda: con l'avvento della nuova "equientrate" la riscossione sarà ancora più dura e coattiva. Ormai è deciso: equitalia chiude i battenti dal 1 luglio 2017 e parte questa nuova realtà Agenzia delle Entrate -Riscossione che si farà carico del compimento di tutte le operazioni. D'altra parte la fase coattiva è fondamentale per il recupero dei debiti accertati dal fisco e dagli altri enti creditori qualora non vi sia adempimento spontaneo.

L'Agenzia delle entrate-Riscossione avrà accesso alle banche dati dei contribuenti per scovare conti correnti, rapporti di lavoro, immobili e altri beni aggredibili.

Si configura dunque un accentramento di poteri in un unico soggetto e quindi un accrescimento dei poteri stessi.

L'Agenzia delle Entrate già dispone della gran parte di dati relativi ai contribuenti, basti pensare all'Anagrafe Tributaria, il che velocizzerà parecchio il procedimento di controllo e di recupero forzoso in quanto verrà a mancare tutta la parte di esternalizzazione del servizio che in precedenza aveva un forte effetto dispersivo. Inoltre, il decreto prevede che a decorrere dal 1° gennaio 2017, l’Agenzia delle entrate potrà acquisire le informazioni relative ai rapporti di lavoro o di impiego, accedendo direttamente, in via telematica, alle specifiche banche dati dell’INPS.

Ma vediamo cosa prevede nello specifico il testo di legge.

In particolare: chi è l’Agenzia delle entrate-Riscossione? E' un ente non più privato come era equitalia, ma è un ente pubblico economico, denominato «Agenzia delle entrate-Riscossione» sottoposto all’indirizzo e alla vigilanza del Ministro dell’economia e delle finanze.

L’Agenzia delle entrate provvede a monitorare costantemente l’attività dell’Agenzia delle entrate-Riscossione, secondo principi di trasparenza e pubblicità.

L’ente subentra, a titolo universale, nei rapporti giuridici attivi e passivi, anche processuali, delle società del Gruppo Equitalia e assume la qualifica di agente della riscossione con tutti i poteri e gli obblighi che ne derivano.

L’ente ha autonomia organizzativa, patrimoniale, contabile e di gestione. Ne costituiscono organi il presidente, il comitato di gestione e il collegio dei revisori dei conti.

Il comitato di gestione è composto dal direttore dell’Agenzia delle entrate in qualità di Presidente dell’ente e da due componenti nominati dall’Agenzia medesima tra i propri dirigenti. Ai componenti del comitato di gestione non spetta alcun compenso, indennità o rimborso spese.

Lo statuto è approvato con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze. Esso disciplina le funzioni e le competenze degli organi, indica le entrate dell’ente, stabilendo i criteri concernenti la determinazione dei corrispettivi per i servizi prestati a soggetti pubblici o privati, incluse le amministrazioni statali, al fine di garantire l’equilibrio economico-finanziario dell’attività.

L’ente opera nel rispetto dei principi di legalità e imparzialità, con criteri di efficienza gestionale, economicità dell’attività ed efficacia dell’azione, nel perseguimento degli obiettivi stabiliti e garantendo la massima trasparenza degli obiettivi stessi, dell’attività svolta e dei risultati conseguiti.

Salvo quanto previsto dal decreto, l’Agenzia delle entrate -Riscossione è sottoposta alle disposizioni del codice civile e delle altre leggi relative alle persone giuridiche private. Ai fini dello svolgimento della propria attività è autorizzata ad utilizzare anticipazioni di cassa.

Chi difenderà in giudizio l’Agenzia delle entrate-Riscossione?

Naturalmente l’Agenzia Entrate-Riscossione subentrerà ad equitalia in tutte le cause in corso e quelle future contro i contribuenti.

Per farlo, l’Ente è autorizzato ad avvalersi del patrocinio dell’Avvocatura dello Stato competente per territorio.

L’ente può stare in giudizio avvalendosi direttamente di propri dipendenti davanti al tribunale e al giudice di pace, salvo che l’Avvocatura dello Stato competente per territorio, sentito l’ente, assuma direttamente la trattazione della causa.

Per il patrocinio nei giudizi davanti alle commissioni tributarie l’ente sta in giudizio direttamente o mediante l’ufficio del contenzioso della direzione regionale o compartimentale ad esso sovraordinata.

Il personale Equitalia transita nel nuovo ente

Il personale delle società del Gruppo Equitalia con contratto di lavoro a tempo indeterminato, in servizio alla data di entrata in vigore del decreto, con la garanzia di conservare la posizione giuridica ed economica maturata fino alla data del trasferimento, è trasferito all’Agenzia delle entrate-Riscossione, dopo avere superato apposita procedura di selezione e verifica delle competenze, secondo i principi di trasparenza, pubblicità e imparzialità.

Invece, il personale delle società di equitalia proveniente da altre amministrazioni pubbliche è ricollocato nella posizione economica e giuridica originariamente posseduta. Le amministrazioni pubbliche chiamate in causa hanno l'obbligo di riassorbire il personale proveniente da equitalia prima di procedere con nuove assunzioni, anche ricorrendo a manovre di mobilità e nel rispetto dei vincoli in materia di finanza pubblica e contenimento delle spese di personale.

Il riassorbimento può essere disposto solo nei limiti dei posti vacanti nelle dotazioni organiche dell’amministrazione interessata e nell’ambito delle facoltà assunzionali disponibili. Nel caso di indisponibilità di posti vacanti nella dotazione organica dell’amministrazione di provenienza, tale personale può essere ricollocato, previa intesa, ad altra pubblica amministrazione con carenze di organico, anche in deroga alle vigenti disposizioni in materia di mobilità e, comunque, nell’ambito delle facoltà assunzionali delle amministrazioni interessate.

Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com