Come gestire un fermo amministrativo?

Friday, September 30, 2016

Oggi parliamo di fermo amministrativo.

 

COS'E'?

Il blocco auto, o fermo amministrativo, è una misura cautelare applicata da Equitalia a chi non paga la cartella di pagamento (entro i termini di cui parleremo successivamente) per consentire all'ente creditore di riscuotere il proprio credito.
Il fermo amministrativo, però, può essere disposto solo a seguito della notifica della cartella di pagamento di Equitalia o in caso di avvisi di accertamento esecutivi o ingiunzioni fiscali non pagate.

 

QUALI SONO I LIMITI ALL' ISCRIZIONE DEL FERMO?

Equitalia può avviare il fermo auto per qualsiasi tipo di credito, senza limiti di importo minimo (come accade invece per l’ipoteca la quale non è azionabile per importi inferiori a 20.000 euro).
 
Trenta giorni prima dell’iscrizione del fermo, Equitalia deve inviare un preavviso al debitore in cui gli dà la possibilità di pagare o di dimostrare che il mezzo è usato per l’attività lavorativa.
Equitalia può iscrivere il fermo quando è scaduto il termine:
– di 60 giorni dalla notifica della cartella di pagamento, entro il quale l’obbligato è tenuto ad effettuare il versamento delle somme richieste;
– di 30 giorni decorrenti dal termine per il pagamento delle somme dovute in base all’accertamento esecutivo, dopo i quali le predette sono affidate in carico a Equitalia, anche ai fini dell’esecuzione forzata.
 
L' AUTO CON FERMO AMMINISTRATIVO PUO' CIRCOLARE?

L’auto sottoposta a fermo amministrativo rimane di proprietà del debitore, ma non può circolare. Il proprietario dell’auto che viene trovata circolare nonostante il fermo (circostanza facilmente accertabile tramite il collegamento agli archivi informatici che le volanti sono in grado di fare all’atto dell’accertamento) rischia sanzioni e la confisca del mezzo. Più precisamente, gli organi di polizia compilano il verbale di contestazione relativamente alla sanzione pecuniaria e lo trasmettono a Equitalia che poi provvede a pignorare il veicolo.

 

L' AUTO CON FERMO AMMINISTRATIVO PUO' ESSERE VENDUTA?

L’auto sottoposta al blocco da parte di Equitalia può essere venduta, ma l’acquirente la prende con tutto il fermo. L’affare si rivelerebbe quindi del tutto svantaggioso per chiunque.


PREAVVISO DI FERMO AMMINISTRATIVO: E' IMPUGNABILE?

Sul punto e' intervenuta piu' volte la Corte di Cassazione con una serie di sentenze anche contrastanti.
In molte occasioni e' stato osservato che NON si puo' fare ricorso avverso il cosiddetto "preavviso di fermo" ma solo contro la successiva comunicazione di iscrizione del fermo. La motivazione di tale decisione e' che la legge non prevede espressamente che il fermo venga preannunciato ma solo comunicato dopo l'iscrizione (al PRA nel caso di fermo di auto). Pertanto il preavviso non ha valore formale, non impedisce l'uso dell'auto ne' arreca alcuna menomazione al patrimonio del debitore.
Recentemente sembra aver messo fine alla diatriba una sentenza della Corte di Cassazione sezione unite civili (sentenza 10672/2009) che ha definitivamente sancito che invece l'atto di preavviso di fermo e' impugnabile in quanto spesso unico atto attraverso il quale il contribuente viene a conoscenza dell'esistenza nei suoi confronti di una procedura di fermo amministrativo dell'autoveicolo. 

 

IL FERMO E' GIA' STATO ISCRITTO: SI PUO' CONTESTARE?

Nonostante sia spesso sbandierata la possibilita’ di ottenere con facilità annullamenti del provvedimento o rimborsi danni, la questione è molto dibattuta e complessa, e la “giurisprudenza” abbonda, a volte in modo contraddittorio.
Molte contestazioni e sentenze riguardano poi la sproporzione che spesso c'è tra l’importo dovuto ed il danno che il provvedimento causa all’obbligato (per esempio il fermo di un auto che serve per lavorare a causa di un debito di importo piuttosto basso o comunque inferiore al danno causato al debitore). In tutti i casi è determinante, se si pensa ad un ricorso, approfondire la questione a livello giuridico. Spesso puo’ rivelarsi inevitabile –nonchè consigliabile- rivolgersi ad un avvocato.

 

 


Chiama il numero verde 800 91 31 81 oppure scrivi ad info@avvocatialtuofianco.it : i nostri avvocati e professionisti sono sempre pronti a darti il giusto supporto!

Please reload

Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags
Please reload

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com