Ripassino su usura bancaria per non dimenticare che dobbiamo continuare a difenderci

Wednesday, September 14, 2016

 

Partiamo dal presupposto che la frase "USURA BANCARIA" rappresenta praticamente un OSSIMORO cioè l’accostamento tra due termini che sono in antitesi, in opposizione e che dunque non dovrebbero andare in giro a braccetto.

Perchè la banca, per molti di noi, è ancora la mamma, la curatrice, la protezione e la cassa dei soldi nascosta nel reggiseno...vero?

 

Beh ...invece non lo è. Infatti succede che la banca può decidere di "suicidare" il figlio portando il cliente allo strenuo delle forze e al minimo vitale delle risorse per poi rivalersi su qualunque bene, oggetto e a volte affetto (visti i risvolti tragici di certi pignoramenti o atti esecutivi) il "figlio" possa avere accumulato.

Perciò, visti i rischi che questo reato comporta, parliamone e parliamone e parliamone. Perchè è parlando che si fa un rumore assordante.

 

Il reato di usura bancaria si configura quando vengono applicati dei tassi di interesse sproporzionati rispetto alla cifra data in prestito; naturalmente la sproporzione dipende dal rapporti con i termini che vengono fissati per legge.

 

Perciò non svegliatevi domattina pretendendo un risarcimento sulla vostra rata del mutuo secondo voi troppo elevata, perchè non funziona così.

 

Ci sono leggi, termini e criteri che vanno sempre tenuti in considerazione prima di partire all’arma bianca come un Don Chisciotte contro i mulini a vento e ci sono professionisti, specialisti, avvocati, che da anni studiano la materia per farla maturare come si conviene ad uno stato di diritto e non di soprusi.

 

L’articolo del codice penale in cui si descrivono gli estremi di questo reato è il 644, perfezionato da leggi successive per circoscrivere meglio i casi e soprattutto gli importi relativamente ai quali esso può essere identificato.

 

Nello specifico, l’usura si misura a partire dal dato del cosiddetto TEG, Tasso Effettivo Globale, che viene calcolato anno per anno, sulla base dell’inflazione e di altre variabili finanziarie, ed annunciato sulla Gazzetta Ufficiale. Nel calcolo del tasso usuraio si tiene anche conto delle commissioni, delle remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse.

 

ATTENZIONE: NON PERDETE IL TRENO DELLA TUTELA DEI VOSTRI DIRITTI, PERCHE’ ANCHE IL REATO DI USURA BANCARIA CADE IN PRESCRIZIONE!

 

Come tutti i REATI, anche quello di usura bancaria ha un termine trascorso il quale entra in prescrizione.

Durata dei termini di prescrizione: come in tutti i rapporti contrattuali con la banca, la prescrizione dell’usura bancaria si ha in 10 anni dal pagamento dell’ultima rata (art. 2946 c.c.).

 

Decorrenza termini di prescrizione

Secondo l’articolo 644-ter c.p. la prescrizione del reato di usura si considera a partire dal momento dell’ultimo pagamento a titolo di riscossione da parte della banca.

Nei finanziamenti, come ad esempio prestiti personali, mutui e leasing, questo momento corrisponde al pagamento dell’ultima rata a saldo del credito.

Nelle operazioni di scoperto di conto corrente (i conti in "rosso", cioè che presentano saldi passivi) il termine di prescrizione decorre dalla chiusura del conto corrente.

 

RIPASSINO BIS: ANATOCISMO VS. USURA BANCARIA: QUALI LE DIFFERENZE?

 

Nella disciplina civilistica dei rapporti tra banca e cliente, l’anatocismo è una pratica considerata scorretta che consente alla banca di calcolare interessi su interessi (la cosiddetta capitalizzazione composta). In caso di verifica positiva è quindi previsto il rimborso delle somme indebitamente trattenute.

 

L’usura bancaria è invece un fenomeno diverso, essendo l’usura un reato previsto dal codice penale. In particolare, il nostro ordinamento definisce usura bancaria l’addebito di commissioni e spese a qualsiasi titolo per l’erogazione del credito, che sommate all’interesse corrisposto, superano il tasso di soglia dell’usura.

 

CONCLUSIONI

Il punto non è più quanto IO, TU, NOI, VOI si possa ottenere. Il punto è CAMBIARE. Cambiare le modalità di operare degli istituti bancari e finanziari con una imperterrita, lenta, costante, inarrestabile contestazione pacifica. Contestando, contestando e contestando.

 

Quanto accade ai giorni nostri è una sotterranea, moderna e organizzatissima Auschwitz alla quale solo pochissimi prestano reale attenzione.

 

Non si cambia chiudendo le finestre perchè fuori vola la cenere. Si cambia aprendole e chiedendo a chi governa i forni di smetterla.

 

In sintesi: affidatevi alla nostra Associazione consumatori AVVOCATI AL TUO FIANCO per farvi dare una mano a capire in quale sacco siete caduti. Magari è quello buono. In ogni caso meglio saperlo prima, giusto?

 

Contattateci senza indugio al numero verde 800 91 31 81, oppure al fisso della sede nazionale 0332 15 63 491.

Please reload

Chi siamo

Siamo una squadra di avvocati e professionisti a disposizione degli associati per un consiglio, una consulenza, un suggerimento legale in ogni momento o caso della vita.  UN AVVOCATO AL TUO FIANCO PUO' SEMPLIFICARTI LA VITA.

Contattaci
Cerca un contenuto nel sito
Ricerca per tags
Please reload

© 2023 by Biz Trends. Proudly created with Wix.com